I cocktail del Roma Whisky Festival 2019

I bar presenti all'edizione 2019 del Roma Whisky Festival presentano in anteprima i cocktail che potrete assaggiare all'area mixology della rassegna. Prendete appunti!

Scritto da La Redazione il 26 febbraio 2019

Ancora non siete pronti per l’acquisto di una bottiglia importante di whisky, ma la doppia cifra al bancone di un bar non vi spaventa affatto? Conoscete tre produttori scozzesi ma sapete a memoria l’elenco telefonico dei bartender della vostra città? Allora questo speciale è (anche per voi) e sicuramente vi darà tanti buoni motivi – almeno quattro – per recarvi il 2 e 3 marzo al Salone delle Fontane per l’edizione 2019 del Roma Whisky Festival. Anche quest’anno il Festival ospiterà un’area mixology con quattro bar, tutti romani – Drink Kong, Argot, Jerry Thomas Speakeasy, Freni e Frizioni – ognuno dei quali proporrà diversi cocktail a base di whisky. Qui ve ne presentiamo quattro in anteprima.

MONKS & PEACHES by PATRICK PISTOLESI (DRINK KONG)

Ingredienti
Monkey Shoulder Blended Malt Scotch Whisky
Peach
Chartreuse Jaune
Acido di lime

Il drink
Mescolare gli ingredienti in anticipo, aggiungere l’acido di lime (composto da acqua, acido citrico e acido malico) aggiungere il 10% di acqua minerale naturale, imbottigliare, lasciare riposare un giorno, servire in un tumbler basso con cubo di ghiaccio.

 

HUNTER’S NECK by GREGORY CAMILLÒ (JERRY THOMAS SPEAKEASY)

Ingredienti
Connemara Irish Whiskey
Ginger Ale
Bitter al bergamotto
Tintura di iris e limone
Peel a spirale di limone

Il drink
Twist sul classico cocktail Horse’s Neck, con base Connemara Irish Whiskey. Il nome deriva, appunto, dal cavallo di razza irlandese Hunter. La filosofia del drink è quella di ricreare l’aromaticità data dal peel a spirale di limone, senza dover utilizzare l’emblematica e impegnativa garnish. L’iris è uno degli ingredienti che, insieme al peel di limone, è presente nel gin, per conferirne le caratteristiche note agrumate e aromatiche. Il drink contiene nel nome anche un simpatico paradosso, essendo di solito il cacciatore a collezionare trofei tramite le sue prede e non viceversa.

 

JUMPSUIT by FRENI E FRIZIONI

Ingredienti
Jack Daniel’s Rye
Tequila Jose Cuervo ai Corn Flakes
Freni e Frizioni Café de Olla
Tablespoon di zucchero alle more
Dash di bitter al mandarino

Il drink
In stile Old Fashioned, dapprima si mette lo zucchero con il bitter nel bicchiere; si aggiunge un po’ d’acqua per dissolvere lo zucchero e si aggiunge del ghiaccio con i distillati, mescolando con il bar spoon fino a creare una giusta diluizione e una corretta temperatura. Si va a colmare con il ghiaccio e, come decorazione, si utilizza un’arancia disidratata e uno spiedino di more.

 

 

RAGNAR LOTHBROK by GIANLUCA MELFA & FRANCESCO BOLLA (ARGOT)

Ingredienti
Highland Park 10 Viking Scars Whisky
Vino rosso
Liquore alle castagne
Gocce di pimento
Angostura

Il drink
Preparazione con tecnica mix & strain, come per un Martini Cocktail. Utilizzando l’Highland Park 10 Viking Scar, abbiamo deciso di dedicare il cocktail al leggendario Ragnar Lothbrok, re dei vichinghi. Tra mito e realtà, si narra discendesse direttamente da Odino e, con il benestare del Dio, condusse il popolo dei Norreni alla conquista dell’Inghilterra. Dopo varie razzie, Ragnar riuscì a creare dei piccoli insediamenti dando inizio al periodo di prosperità dei vichinghi. L’utilizzo del vino rosso non è casuale, dato che la cultura pagana prevedeva sacrifici di animali o persone ai propri Dei. Per quanto riguarda l’uso della castagna, beh, ci stava proprio bene!