Jerry Thomas Speakeasy

Zero qui: beve dai Maestri.

Contatti

Jerry Thomas Speakeasy Vicolo Cellini, 30
Roma

Orari

  • lunedi chiuso
  • martedi 22–04
  • mercoledi 22–04
  • giovedi 22–04
  • venerdi 22–04
  • sabato 22–04
  • domenica chiuso

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Prezzo

Scritto da Arrigo Razzini il 27 maggio 2015
Aggiornato il 18 luglio 2017

Qualsiasi barman che ha passione e gusto per il proprio lavoro, così come qualsiasi bevitore le cui papille gustative non siano state bruciate da distillati da discount, vi indicheranno senza esitazione il Jerry Thomas qualora interrogati sui luoghi dove bere i migliori cocktail a Roma. Partiamo dalla tipologia del locale: gli speakeasy erano dei bar clandestini di piccole dimensioni nati durante il Proibizionismo, in cui si accedeva tramite parola d’ordine. Qui funziona allo stesso modo, solo che al posto di un retrobottega di Chicago c’è un vicolo stretto del centro storico e una porta che si confonde con quelle delle altre abitazioni. Dentro trovate tavoli e divani bassi, un bancone con bottiglie che non sfigurerebbero in un caveau svizzero e i quattro miscelatori dietro al Project Jerry Thomas: Roberto Artusio, Leonardo Leuci, Antonio Parlapiano e Alessandro Procoli. I cocktail nascono da studi e recupero di ricette datate – anche a cavallo tra Ottocento e Novecento per arrivare su per giù fino agli anni 30 – e sono di taglio classico, quindi nessuna stravaganza. Consigliatissima la linea “del Professore”, ovvero i cocktail in cui vengono utilizzati distillati firmati – leggi prodotti e imbottigliati dal – Jerry Thomas. Avvertenze: prenotate sempre e negli orari stabiliti (16:00-18:00, dal martedì al sabato), non scordatevi la parola d’ordine e se siete in cerca di vodka qui dentro non metteteci neanche piede.