Supporta Porta Venezia

#SupportailTuoQuartiere: mangia, bevi, sostieni la creatività e le attività sotto casa

quartiere Porta-Venezia

Scritto da Martina Di Iorio il 13 novembre 2020

Fai un brindisi alla salute di chi ti ha sempre portato i vini delle migliori cantine fin sotto casa; ordina da chi ti sfama a pranzo come all’alba; cambia e aggiungi un oggetto, un poster, un vaso realizzato da quel designer che abita dietro l’angolo; ascolta la musica selezionata da chi ti è stato vicino fino all’ultimo battito di cassa; compra vinili e libri da chi ha ti aiuta a riempire di primizie i tuoi scaffali; sostieni le realtà che migliorano la qualità della vita del quartiere attraverso la partecipazione e la sostenibilità ambientale. A piedi, in bici, on line o con semplici telefonate. Il tuo quartiere è ancora lì: SUPPORTALO!

Porta Venezia è come una piccola città stato dove non è necessario superare i suoi confini per trovare tutto ciò di cui si ha bisogno. Le sue sfaccettate facce si mostrano anche oggi, con le serrande semi chiuse: dalle attività del Corno d’Africa a quelle arcobaleno e non solo, Porta Venezia continua a sfornare, cucinare, servire, fare cultura e rete. Che è poi una delle sue caratteristiche che più ci piacciono.

Il quartiere si è preso cura di noi tante volte, è giunto il momento di fare qualcosa per ricambiare.
Di seguito trovate una serie di attività, a cui vogliamo bene, che si sono reinventate o attrezzate per rimanere con noi, scopri cosa puoi ancora acquistare o come sostenerle.

Garbage Core

Giuditta Tanzi è una giovane designer che ama andare in giro per i mercatini dell’usato e di second hand. La sua filosofia creativa è quella dell’upcycling che incontra la couture: materiali di scarto che vengono ripensati e modellati per una collezione di abiti futuristica e sostenibile. Assolutamente gender free con un’estetica postmoderna. Il suo e-shop è attivo e spedisce ovunque.

Bimbo Kermit

Al secolo Joshua Conor aka Bimbo Kermit, questo visual artist specializzato in grafiche ed illustrazioni è il giovanissimo creativo da tenere sott’occhio. 23 anni, milanese meticcio gioca tra illustrazione e graphic design, mischiando quante più tecniche possibili. Parla il linguaggio visivo dell’amore, cultura consumistica pop, e tradizione, in chiave ironica e tagliente. Ha collaborato con Zero, Marséll Paradise, Everpress, Studio Lennarts & De Bruijn, vinto un contest per Nike ed esposto alla 3sec Gallery a Breda. Potete acquistare i suoi prodotti qui.

Spazio Galleria/libreria

Uno spazio con tre vetrine affacciate su via Lazzaro Spallanzani, proprio dietro la chiesa di Santa Francesca Romana. Specializzata in architettura, urbanistica, ingegneria, geografia, paesaggio, ecologia sociale, merita sicuramente un supporto in questo momento. Non hanno tirato giù la cler, quindi basta farci un salto.

East Market Shop

Il pop-up store che fa capo al più ben noto East Market, il mercato di second hand fighetto di Milano, si trova in Porta Venezia, e – sebbene sia chiuso – ha attivato una sezione online. Potete trovarci di tutto: dalle stoviglie alle pellicce il passo è breve. Potete ordinare qui, vi arriva direttamente a casa.

illicit_bookshop

Girl business nella cultura. Questo e-shop di libri ha una matrice tutta rosa e porta la firma di due giovani ragazze: Costanza Candi e Francesca Ciccone. Alla base un’amicizia e la passione per la letteratura radical chic. Potete trovare una rara e accurata selezione di libri usati, che vanno dal femminismo all’ipnosi. Contatattele via Instagram per prezzi e consegne.

Fiori Milano

La fiorista più famosa di Milano è sicuramente Rosalba Piccinni, madre di questo bellissimo negozio in via Broggi 17, all’angolo con Morgagni. La conocerete forse meglio per il suo secondo nato, il Potafiori che è anche bar e ristorante. Ma questa è un’altra storia. Piante, composizioni, fiori e vasi fuori dal comune. Sempre aperto tranne la domenica.

Bivio

Una community più che un negozio di second hand quella che risponde al nome di Bivio. A volte ci trovate la fila fuori, gente che vende e compra come se non ci fosse un domani. Dalla borsa Gucci alla sottoveste di vostra nonna, da Bivio trovate di tutto. Ora attivo il loro e-shop con consegna a domicilio. Qui tutte le informazioni.

Bloodbuster

Dal 1999 il B-movie store di Milano in via Castaldi 21. Come dicono loro: “Un luogo bizzarro dove gli assassini guantati di Dario Argento convivono felicemente con Lino Banfi e Alvaro Vitali“. Fumetti, DVD, libri e modellismo ora sono acquistabili dal loro sito e recapitati a casa vostra. Per info: info@bloodbuster.com

Asian Fake

A Milano l’etichetta indipendente per eccellenza è Asian Fake, con un roster di artisti che va da Venerus, Coma_Cose e Boyrebecca, nomi che scalpitano sulla scena underground di oggi. La visione comune è quella di combattere l’omologazione e questi ragazzi sembrano riuscirci dando voce e spazio a giovani talenti della musica italiana. Il loro merch raccoglie insieme vinili, felpe, t-shirt, occhiali da sole, zainetti e altri gudget che li aiuteranno a supportare il lavoro di tutti i giorni.

Yamato Video

Un salto temporale e spaziale nelle Tokyo anime e manga. Qui a Porta Venezia, tra bar LGBTQ e locali eritrei, troverete queste curiose vetrine. Gli amanti del genere la consacrano a loro Mecca, visto che Yamato Video è qui dal 1991. Lady Oscar e Godzilla come grandi classici ai quali si affianca una ricerca contemporanea sui titoli più fighi del genere. Dalle action figure al modellissimo e dvd, un posto speciale e di nicchia con una sezione di e-shop che spedisce in tutta Italia.

Bar Picchio

Inutile presentare quello che è il bar avamposto di quartiere da più di 50 anni. Il Bar Picchio resiste e continua a fare caffè (d’asporto), vendere sigarette e giornali. Merita sicuramente un passaggio, un saluto a Felice e famiglia, senza smettere mai di ringraziarli per tutti gli spritz bevuti. In attesa di poterlo rifare. Dalle 8 alle 19 circa.

Crosta

Gli specialisti del grano, del pane, dei dolci e soprattutto della pizza. Quella alla pala, che ora vi portano anche a casa tramite il sistema di delivery che hanno attivato. Parola d’ordine prodotti sostenibili – le farine arrivano sol da produttori certificati – e stagionali. Tra le migliori pizze di Milano. Pane, pizza alla pala dalle 11:00 alle 18:00, Pizza tonda dalle 18:30 alle 23:00 sia in modalità consegna a domicilio con Deliveroo. Pane, croissant, torte, prodotti da forno, prodotti da bottega e pizza alla pala dalle 11:00 alle 18:00, consegna in tutta la città.

Champagne Socialist

La voglia di vino aumenta di questi tempi, e se è naturale meglio ancora. Gli anarchici del vino in Porta Venezia si trovano in via Lecco 1 e arrivano a casa vostra addirittura in bici. Si ordina dal loro sito entro le 15:00 per ricevere entro sera con una consegna di € 3.5 (gratis sopra 40). Potete scegliere tra diversi prodotti, oppure affidarvi alle selezioni dei ragazzi. Per il brivido dell’ignoto c’è la Ghost Box: una confezione che contiene etichette misteriose.

Alhambra

La migliore gastronomia vegetariana che piace anche ai non vegetariani si chiama Alhambra e viene dal Corno d’Africa. Spezzatino di seitan, daicon con sesamo nero, lenticchie, sformati di verdura, lasagna e parmigiana vegana, sapori inconsueti che a tratti ricordano la cucina africana a tratti quella asiatica. Gentili e sorridenti, sicuramente meritano un piccolo supporto: asporto e delivery (non su tutta Milano) al 351 2478295.

Kanpai

Ricorda l’izakaya del Sol Levante, ovvero le tipiche osterie dove si vendono alcolici e piatti da condividere della tradizione. Si sono rioganizzati con consegna a domicilio e take away: chashu bao, sashimi, yakitori, karaage di pollo fritto, e katsu sando (il sandwich giapponese con manzo fritto, maionese e senape) insieme ai cocktail in stile giappo di Samuele Lissoni. Si ordina dal loro sito o si passa dal martedì al sabato dalle 12:30 alle 14:40 – 19:30 – 22:00 per l’asporto.