Dove ballare a Milano da settembre in poi

Vi proiettiamo direttamente a settembre con diverse anticipazioni su cosa succederà in alcuni club di Milano

Scritto da Emanuele Zagor Treppiedi il 25 luglio 2016
Aggiornato il 3 agosto 2017

Inutile tentare di uscirne vivi. Agosto per il clubbing è il mese più freddo dell’anno, quello più noioso dove non succede davvero nulla, la morte della cassa dritta. E non biasimo i vari promoter che si prendono un meritato mese di riposo o che magari lavorano più on desk, invece che on the dancefloor, per accaparrarsi gli artisti migliori prima di tutti gli altri. Considerate pure che a Milano il turismo estivo non è di certo legato al clubbing e che il clubber milanese, seppur senza soldi per una vacanza lunga, i weekend di agosto cerca di scappare dalla città almeno per una gita fuori porta. Quindi ad agosto dj mio non ti conoscono.

L’unica oasi felice resta l’amato Magnolia che a Ferragosto ci intrattiene con una simpatica festa della birra con tanto di menù bavarese, per poi rilanciare il 10 settembre con Fritz Kalkbrenner e l’11 con Moodymann in sessione pomeridiana con la Domenica Elettronica.

birra

Quello che possiamo fare noi, per mantenere caldo il motore del clubbing, è proiettarvi direttamente su settembre cercando di farvi pregustare come potrebbe essere la stagione 2016/17.

Iniziamo da quella che sarà sicuramente la novità dell’anno: il Volt. È l’ex Divina che in queste settimane viene rigirato come un calzino: gli spazi saranno riequilibrati, non ci sarà più un privé invadente per i tavoli, la consolle verrà spostata a sinistra dopo le scale d’ingresso e il backstage, per 30/40 persone, sarà nascosto da una struttura tipo gabbia. Verrà istallato un impianto L. Acoustic e il light design è curato da Michael Titze dei tedeschi Pfadfinderei, lo studio di visual art che cura i video dei Modeselektor e non solo.
Per tutta quest’aria nuova bisogna ringraziare il nuovo partner del locale, che si va ad aggiungere al buon Marco Sala e a Davide Zerbi: mr. Claudio Antonioli. Imprenditore della moda che con il suo fiuto ha aperto l’omonimo concept store, uno dei migliori in circolazione, espandendosi poi da Milano a Torino, Lugano e arrivando a Luglio perfino a Ibiza. Sempre sotto il suo lungimirante occhio c’è anche INNER. un altro store con un taglio di marchi più legati allo street style, che prima era il pop up store di Marcelo Burlon e del suo brand County of Milan.
Lo stesso Claudio ha coinvolto nel progetto di trasformazione dell’ex Divina lo studio Storage Associati che hanno progettato gli spazi di tutti i suoi negozi.

I lavori all'interno dell'ex Divina
I lavori all’interno dell’ex Divina
La data di inaugurazione è fissata per il 16 settembre con Pional e Tom Trago poi pian piano verranno comunicate tutte le altre serate: per adesso possiamo dirvi che il giovedì sarà d’impronta hip hop con la serata Uptown Nights curata da Francesco Chiamulera di We Riddim (serata che rimane al TOM. ogni due martedì del mese con novità negli allestimenti e sempre dei profilatissimi guest internazionali) e che Le Cannibale sarà al Volt circa una volta al mese con le importanti guest a cui Marco e Albert ci hanno abituato da diversi anni.

Inoltre Le Cannibale quest’anno lavorerà non solo sul formato clubbing ma diversificherà il proprio prodotto come ha già fatto negli ultimi mesi offrendo eventi segreti, lavorando con brand e dedicandosi a contenuti come la fotografia o la storicizzazione del clubbing com’è stato con Reverso, l’happening di archeologia musicale.

reverso

Rimanendo in via Molino delle Armi possiamo dire che al TOM. di sabato è confermata la serata Telescope di Sebastian Led con una schiera di dj resident tutti da scoprire.

Un’altra novità bella succulenta riguarda l’Hollywood di c.so Como: da settembre il Pervert di Obi Baby riprenderà a supervisionare i mercoledì coinvolgendo diversi staff e realtà tra cui Notox, Glitter, Popstarz, qLAB, Exhibeat, Ciaone, Blanco, LeccoMilano, Where, Fashion Clubbers… e altri se ne aggiungeranno. CHAOS è il tema della stagione 2016/17 e servirà a dare ordine al clubbing meneghino sconvolgendolo con quel guizzo di follia oltraggiosa che ha caratterizzato la fine degli anni 90 e l’inizio dei 2000.
La proprietà dello storico locale ha incaricato il deejay di curare anche il restyling del club e anche qui in queste settimane sono in corso i preparativi per rifare i connotati all’Hollywood grazie a designer, architetti e tappezzieri interpellati da Obi Baby.

L’inaugurazione sarà mercoledì 14 settembre con un ospite internazionale ancora da definire, mentre il 21 settembre, per la fashion week, ci sarà la seconda data del celebre format londinese Room Service della celebrity drag queen Jodie Harsh. Poi via via ogni settimana una sorpresa e uno staff caratterizzerà il locale di corso Como. La vera chicca sarà che al 90% il buon Obi Baby è riuscito a ridonare al club una seconda consolle.

Per quanto riguarda il famoso Sodoma invece rimane confermatissimo l’appuntamento di Libido & Fetish – Black Halloween. La location sarà come lo scorso anno il celebre Porta d’Oro di Piazza Diaz e i ragazzi del Pervert sono già all’opera per il reclutamento di nuovi artisti e performers.

Sodomizzati
Sodomizzati
Un altro locale che si sta rifacendo il look è il Rocket dove sono in corso numerosi lavori di ristrutturazione e non mancheranno anche diverse novità a livello artistico.

A livello strutturale verranno ampliate le due consolle, ci saranno nuove luci, verrà data una bella mano di nero, ci saranno altre importanti modifiche che renderanno lo spazio più godibile e ci sarà qualche chicca particolare nella Go!Go!Room

A livello artistico non ci sarà più il venerdì marchiato Alphabet con Luca Crescenzi and friends e sulla nuova location non trapela nulla, si sa solo che sarà più in centro. Luca ci dice anche che l’idea è quella di presentare un nuovo progetto, per riportare lo spirito della serata a quello iniziale, quando il party era più spensierato e dedicato prima di tutto agli amici. Quindi dopo tre bellissimi anni insieme Luca e Massi, proprietario del Rocket, hanno deciso di comune accordo di terminare la collaborazione. Il venerdì non rimane però orfano di one night anzi è già pronto un nuovo format, con uno staff fresco e quasi tutto al femminile, ci dicono che sarà una cosa nuova e potente per la città. Ogni giovedì ci sarà la consolidata serata Void dai suoni techno, mentre di sabato si continuerà a ballare a natiche basse e a saltare con Akeem of Zamunda tra hip hop e trap. Inoltre sempre a livello artistico l’idea sulla prossima stagione del Rocket è di puntare sulle tre residenze ma anche di aumentare il numero di ospiti internazionali e di riportare qualche live puro.

Il Rocket aprirà a settembre appena saranno usciti i muratori e, appena tutto sarà pronto, Massi, Davide e Barbarella taglieranno di nuovo il nastro per inaugurare come solo loro sanno fare.

Rocket work in progress
Rocket work in progress
Lavori in corso anche al Q 21 di via Padova dove verrà ampliata la Room 2 ridimensionando il bancone dell’area bar che verrà quindi rimpicciolito, mentre nella Room 1 verranno rifatti consolle e bar e cambieranno anche le superfici animate dal visual mapping. È in fase di ideazione anche un nuovo claim che darà il benvenuto agli ospiti delle diverse serate.

Confermatissimo per il sesto anno consecutivo il venerdì q|LAB che quest’anno sarà a tema Uploading Eden e offrirà e tutti un paradiso artificiale settimanale dove rifugiarsi dalle brutture del mondo circostante. A inaugurare la stagione il 16 settembre ci sarà Elias Tzikas, un dj producer greco che esce su Noir Music, mentre l’ospite di ottobre sempre in Room 1 sarà Fabrizio Marra di Ibiza Global Radio e a novembre toccherà a Roy Perez, il nuovo pupillo di Otsgut Ton che suona al Berghain al Panorama e al Lab.Oratory. Per dicembre il guest è in via di definizione ma Carlo Mognaschi, il proprietario del locale e direttore artistico ci conferma che in consolle potremo trovare HI FI Sean e Boris sempre molto apprezzati nella focosa pista del q|LAB.
In Room 2 tutti i venerdì ci sarà il sound contemporary r’n’b del resident Иarcissus affiancato a rotazione da vari dj milanesi.

Per i sabati non c’è una one-night fissa, verranno ospitate diverse serate e per ora di definito c’è la data di sabato 3 settembre con EX VOTO che è una serata Dark.

Di domenica mattina per il terzo anno consecutivo c’è l’after Botox: dalle 5 alle 10 tutte le domeniche si alterneranno in consolle Bianca La Messa, Carlo Mognaschi, Lorenzo LSP, Obi Baby, Daniele D’Alessandro e altri dj del circuito milanese. Per l’inaugurazione del 18 settembre special guest Tom Stephan.

Dal Plastic Tyler per la serata NUL del venerdì ci comunica che l’allestimento floreale della sua residenza sarà ancora più giungla e verranno disegnati sulle pareti animali e altre piante ispirandosi al dipinto di Antonio Ligabue “Il Re della foresta”.
Il primo big guest confermato è Kosme il 30 settembre, mentre il 23 spazio al padrone di casa che con i due thereministi OoopopoiooO presenta la sua label Galaxy dove verrà stampata solo roba italiana sconosciuta anni 70, l’opening del 16 invece vedrà in consolle la nostra eroina Paquita Gordon.
Sergio Tavelli, sempre dal Plastic, ci conferma che sabato 17 riaprirà Club Domani e domenica 18 The Match. Poi ci saranno anche diverse novità in corso di definizione e che verranno svelate più avanti dopo la pausa estiva di detox di tutto il team dello storico locale milanese.

Antonio Ligabue - Il Re della foresta
Antonio Ligabue – Il Re della foresta
Dal fronte Dude invece ammiriamo molto il fatto che hanno già iniziato ad annunciare buona parte dei guest: si inizia con Gerd Janson + CW/A il 3 settembre, per arrivare a Nicky Siano – la storia dell’house music – il 12 dicembre passando per Ben UFO il 21 ottobre.

Ci comunicano anche che nell’Osservatorio Astronomico, una volta al mese, tornerà il party Discosafari in versione RELOADED. La coloratissima festa, fatta di maschere divertenti e outfit coloratissimi, nata nel 2008 al Gasoline torna il 24 settembre con i fondatori The Barking Dogs e special guest il giovanissimo italiano Whodamanny in live, opening act Andrea Barbieri. In main room i big guest già chiusi sono Boot & Tax ed Erol Alkan.

Lele Sacchi dall’entourage del Wall ci dice che l’opening sarà il 9 settembre con Maya Jane Coles per proseguire poi con Adriatique il 17 e una doppietta per la fashion week con Guy Gerber il 23 e Mathias Kaden il 24. Tra gli altri nomi della stagione troviamo Soul Clap, Damian Lazarus, Kerri Chandler, Jackmaster per continuare a tessere quel filo che lega il Wall con il DC 10. È inoltre confermata una residenza di Ralf con un progetto legato alla sua label LaTerra.
La grande novità della stagione per il Wall sarà l’apertura domenicale con un appuntamento hip hop chiamato POMERIGGIO RAP, e infine qualcosa legato al pubblico universitario per il giovedì.

Ai ragazzi di Sorgente Sonora tocca trovare una nuova location per il loro appuntamento diurno del 18 settembre (dannati vecchi di quartiere che si lamentano della musica) con Zip, Binh, Fumiya Tanaka e Melchior Production mentre hanno già trovato una nuova location per le loro serate e a ospitarli sarà il Dude Club dove inizieranno l’8 ottobre.

I ragazzi di BUKA stanno cercando un nuovo sorprendente spazio e siamo molto curiosi di vedere dove ci porteranno stavolta. Se tutte le menate burocratiche non andranno in porto ci ritroveremo in ristoranti egiziani o sudamericani o sempre al solito Striptease in fondo a viale Monza e il primo guest confermato ad oggi è Nicola Cruz il 1 ottobre.

BUKA_striptease7

Riccardo il proprietario e direttore artistico dell’Amnesia, ci comunica che quest’anno il locale aprirà un bel po prima rispetto gli ultimi anni e in anticipo rispetto a tutti gli altri club di Milano (grazie Ricky!): l’opening è previsto per sabato 27 Agosto con l’aftershow della riapertura del Social Music City presso il Market Sound e in consolle al locale di viale Forlanini ci saranno Ilario Alicante + guest.

Poi si proseguirà fino a fine settembre con gli aftershow del Social Music City che ha in palinsesto: il 10 settembre Riccardo Villalobos + Sonja Monear + Janina, il 17 100% Joseph Capriati e il 24 la grande chiusura con guest ancora da definire e aftershow sempre all’Amnesia.

Da settembre in via Cesare Lombroso il Social Music City tornerà nella sua forma originale con tensostruttura e impiantone L-Acoustic con sub KS28, soundsystem che ha già spettinato le diverse migliaia di persone che sono andate all’evento organizzato al Campovolo di Reggio Emilia con, tra gli altri, Richie Hawtin, Loco Dice e Tale Of Us.
L’Amnesia rimarrà sempre curatissima in tutti i dettagli e soprattutto nell’impianto audio e in quello luci, che pochi altri locali di Milano possono permettersi.

amnesia

Quel veterano del clubbing di Guido D’Annunzio si sposta al Richmond Cafè in via Melchiorre Gioia 69 (sì è l’ex Gioia 69) e inaugura il 14 settembre l’appuntamento Richworld con Michel Cleis, mentre il 21 settembre dal Cocoricò di Riccione arriva ASAL. La serata comincia con aperitivo a buffet alle 19 a 10 euro.
Il classico sabato Nu House Club quest’anno sarà al livello 2 dei Magazzini Generali e il tema della serata sarà The Golden Age per celebrare i tempi d’oro del clubbing italiano dei primi anni 2000, in consolle ci saranno Claudio Di Rocco, Giusy Consoli, Nacha World e molti altri dello stesso periodo.

Dal Glitter esordiscono così: la tendenza dei party queer nei night club è finita.
All’inizio è tutta un’emozione: puoi gironzolare indisturbato in uno di quei luoghi legati alla memoria del passato, quando la figa era molto pelosa e gli uomini pagavano un sacco di soldi per bere in compagnia di signorine impacchettate in tubini luccicanti.

Il Glitter Club di Milano ha consacrato questo fenomeno in ben tre stagioni all’interno di uno di quei tanti night del centro di Milano, pali da lap dance, specchi, poster generici anni ottanta e la fantomatica moquette ovunque, anche sulle pareti.

La svolta per la prossima stagione parte proprio da questo elemento: la moquette, dettaglio banale ma determinante nelle scelte di questo collettivo nato nel 1999 all’ex Cafè Dalì (poi Santa Tecla) con variazioni sul tema ogni stagione.

“La moquette puzza! A fine serata è appiccicosa e da una festa all’altra si impregna sempre più di sudore, alcol e zucchero, zucchero che attira formiche, formiche che chiamano veleno per formiche… un disastro”.
Da questa poetica riflessione nasce l’esigenza di un cambiamento, ed è proprio il nome con cui è stata presentata l’imminente stagione a suggerire l’idea dello spostamento di sede.

GLITTER LE PARFUM, questa è la firma per la stagione 2016/17, inizierà come sempre a settembre per poi concludersi a metà giugno. La formula è sempre la stessa: musica pop ma non solo, gli spettacolini delle GLITZ GIRLZ e tutto il resto (“tutto il resto” comprende quelle cose che si fanno da ubriachi e che il mattino dopo non vogliamo rivedere su Instagram).

La nuova location è ancora un mistero, gli addetti stampa del Glitter Club stanno preparando il grande lancio e ci anticipano solamente che la zona sarà comoda, piena di Pokémon, il locale sarà profumato e che nessuno rimarrà deluso. Non ci resta che aspettare e seguire la scia di questo profumo GLITTER che cambierà di settimana in settimana “Eau De Stronza”, “Eau De Battona”… e così via.

glitter

I pomeridiani di Masada inizieranno il 10 settembre con Spencer Parker e il suo magistrale tocco house e techno portato dai ragazzi di Closer mentre il 17 ricomincia Acquario con il duo techno Claudio PRC e Ness e il 24 ci sono i ragazzi di ODD con Jake The Rapper e la sua personalissima visione di house music.

DO.G.S., l’altro appuntamento pomeridiano che si allunga sempre fino a itineranti after privati, vi aspetta al Cascinet il 10 settembre con ospite ancora da annuciare.

Da quel del Club Haus ci comunicano che il format del venerdì rimane così com’è anche per la stagione 2016/17 e spazierà come sempre da serate a tema fluo fino da arrivare a paninari e nerd. Per i sabati l’idea del direttore artistico e dj Lorenzo Fassi è quella di portare più creatività, animazione e live performance anche su questa serata, basando il tutto sulla musica house e senza farsi mancare qualche guest o collaborazioni come con il Guendalina di Lecce, il Titilla di Riccione o il party Switch di Napoli.

Il progetto/label Body Heat di Rocco (Reset) ha preso ormai residenza fissa al KTV di via Paolo Sarpi 33: qui, dove negli anni 60/70 sorgeva il Pink Elephant, ora c’è questo piccolo club frequentato dalla comunità cinese, innamorata del karaoke, e dai fanatici della disco-funk suonata live o in dj se. Il 24 settembre, oltre alle sale dedicate a cantanti improvvisati, ci saranno infatti Tormento al microfono, Dario Jacuzzi e Daniele Lacava al basso e al sax, Rocoe e Nicodemo alla consolle e altri affiliati alla label che andranno ad aggiungersi.

body heat

Il 4 Cento non è sparito dal radar del clubbing anzi ci comunica gli ultimi appuntamenti che si terranno tra il giardino e la sala interna e che vedranno come protagonisti da Anthony Atalla della Incorrect Music di Chicago a Echonomist della berlinese Upon You e si chiuderà con Samuel dei Subsonica in dj set. Per tutti gli altri appuntamenti date un occhio qui.

Di ritorno dalla Puglia, dopo le meritate vacanze con la neonata bimba, Tiberio ci comunica le novità di Rollover. Si comincia il 4 settembre con il party ufficiale, su invito, del Gran Premio di Formula1 di Monza sotto alcuni nuovi grattacieli di Milano. Nei giorni successivi ci saranno altri due eventi per due importanti brand che per policies aziendali verranno comunicati più avanti. Il 23 settembre invece si ritorna in zona Navigli l’opening party della stagione di Rollover ma con delle novità riguardo la location e l’inaugurazione durante la fashion week non è un caso. Special guest per l’occasione gli inglesi paffutelli e luccicanti di glitter ovvero gli Horse Meat Disco. Oltre ai venerdì ci saranno anche le Rollover Special Edition al Fabrique e la prima è prevista il 22 ottobre con Tiga.

In sordina ma neanche tanto, visto che l’immagine sottostante ha fatto un po’ il giro del web, ritorna Vodka Vagina (si legge vodka vagiaina) una festa belisima.

13765890_1059842954102151_4537641834777824018_o

Il 10 settembre riprendono gli appuntamenti del Tavolo suono di Macao. Si inizia con una serata di autofinanziamento per URSSS la “mistake television” di Milano che da due anni fa un incredibile lavoro di documentazione video dell’underground locale (e oltre), accumulando immagini e suoni dagli spazi in cui la musica nasce e cresce.
I suoni, tra il grime, echi techno e il noise, saranno curati da Mumdance, Lekker, dall’americano Brendan Dougherty, dal giapponese Go Tsushima e dal romano Morozov, dalla crew romana LSWHR.

Passando invece al versante appuntamenti e festival dall’8 al 18 settembre ritorna Audiovisiva, sempre all’interno del Milano Film Festival, con un programma crossmediale che spazia da proiezioni cinematografiche ad after show nei club della città, passando per showcase di etichette e workshop per adulti e bambini. Tra gli showcase citiamo quello d’impronta techno della label e booking agency Vae Victis con Tessela, Ayarcana, Chevel e Dj Plant Texture in live e quello della label meneghina che spazia dall’electro-minimal-wave alla techno più scarna Hormonal Sequenze con Imaginary Forces, Samantha, Anal Virginity e Mastri-Hora in live. La sede principale di Audiovisiva sarà l’architettura industriale di BASE in via Tortona.

Dal 14 al 18 settembre ritorna Linecheck al Circolo Filologico Milanese il music meeting festival con incontri su industria musicale, musica dal vivo, festival, discografia, nuove tecnologie, comunicazione e marketing degli eventi, grazie alle testimonianze di grandi player internazionali e protagonisti del mercato italiano. Tra i primi confermati il duo Moritz von Oswald & Gianluca Petrella con l’anteprima mondiale di un progetto inedito, DJ Koze e Red Axes (live) – headliner dell’evento di chiusura Discouverture – i live in data unica italiana di The Tallest Man On Earth e Dave Harrington Group e la performance audiovisiva di CHASSOL.

Infine chiudiamo comunicandovi un evento che invaderà la città di musica e di balli come se fossimo a Zurigo, Berlino o Parigi: 17 settembre Street Parade con partenza dalla Stazione Centrale.