Veranda Russian Restaurant

Zero qui: Si commuove davanti a uno spezzatino con purè

Contatti

Veranda Russian Restaurant Via Bezzecca, 6
Milano

Orari

  • lunedi chiuso
  • martedi 12:30–15 , 19–22:30
  • mercoledi 12:30–15 , 19–22:30
  • giovedi 12:30–15 , 19–22:30
  • venerdi 12:30–15 , 19–22:30
  • sabato 12:30–15 , 19–22:30
  • domenica 12:30–15 , 19–22:30

Si prega di verificare sempre
l'attendibilità delle informazioni fornite.

Cucina

Prezzo

Scritto da La Redazione il 7 gennaio 2016
Aggiornato il 11 gennaio 2016

Da fuori non gli daresti un euro (o, meglio, un rublo): una sola vetrina che si affaccia su un localino lungo e stretto, più un bar che un ristorante. E infatti nasce proprio come tavola calda. Fidandomi del mio fiuto entro incuriosita, per uscirne due ore dopo con una panza che manco a Natale. I gestori, moglie in sala e marito in cucina, vi faranno gustare indimenticabili piatti russo-ucraini accompagnati da fiumi di vodka (ma anche la birra ucraina non è da disdegnare). Il rischio è di ordinare sempre troppo già dagli antipasti, non potendo proprio scegliere tra il tortino con barbabietole, aringhe, maionese e patate, le aringhe marinate, i blinis con uova di salmone… i piatti sono molto sostanziosi e le porzioni abbondanti, quindi se volete assaggiare tutto prevedete almeno quattro visite. Nel frattempo, il consiglio è di ordinare 2/3 antipasti da dividere e scegliere un piatto principale come l’anatra con prugne e pere (me la sono divorata pure io che non amo l’anatra), o una zuppa ristoratrice, e poi ancora ravioli ucraini, involtini…

zuppa
 
Poi ovviamente dipende dal vostro stomaco. La cucina è casalinga: davanti a uno spezzatino con purè mi sono commossa. I dolci sono buoni ma evitabili, meglio concentrarsi sul salato. Un avviso per vegetariani e vegani: meglio che vi teniate alla larga, visto che, trattandosi di cucina tipica di climi rigidi, non abbondano gli ortaggi, e un tocco di panna acida non viene mai negato. Alla richiesta di una mia amica «avete della frutta?» l’esilarante risposta è stata «Noi siamo russi, non mangiamo frutta!».

titolare
 
Se proprio dovessi trovare un neo, ecco, i tavolini sono un po’ troppo piccoli per sostenere tutto il ben di Dio che arriva in tavola. La spesa media è sui 25/30 euro, mangiando molto, se invece volete farvi un’idea su come si mangia qui senza attavolarvi e scegliere per forza, provate a passare per uno degli aperitivi che si organizzano spesso: il buffet è più che esplicativo (controllate le date sulla loro pagina fb).

(Articolo di Marta Fossati)