Torna l’estate delle Serre tra sleeping listening, cinema e aperitivi in giardino: il programma

Dal 19 maggio al 13 settembre 2018 la quinta edizione di Kilowatt Summer. Con una grande novità.

Scritto da Salvatore Papa il 17 maggio 2018
Aggiornato il 18 maggio 2018

Le Serre dei Giardini Margherita sono sempre più belle. Dopo la Gabbia del Leone, trasformata lo scorso anno in un salotto a cielo aperto, l’ultimo intervento di rigenerazione di Kilowatt, l’associazione culturale che ha in concessione l’area, ha riguardato la Serra Sonora, struttura del ‘900 in vetro e ferro battuto con un impianto site-specific in grado di garantire una qualità dell’audio difficile da trovare altrove in città. Un tempio per gli audiofili che completa il progetto di trasformazione e recupero degli ambienti orientato alla fusione equilibrata tra natura, cemento e architettura. E che dire: niente qui è fuori posto. Grazie anche all’impianto di filodiffusione, l’immersione sonora ora è totale ed è per questo che proprio la musica occupa uno spazio sempre più ampio all’interno del programma di eventi per l’estate 2018 (dal 19 maggio al 13 settembre 2018), accanto al cinema, incontri e spettacoli dal vivo.

Tra le novità, il format bimestrale Tabiji, sleeping listening per una ventina di persone con live all’alba ispirati a quelli dello Shelter Club di Tokyo. E si inaugura proprio così, con tappetino e sacco a pello vista cielo stellato nella notte tra il 18 e il 19 maggio, accompagnati dalle playlist di Gaspare Caliri e Gianluca Ridolfi per concludere di prima mattina con il fingerpicking acustico di J.H. Guraj. L’evento è già sold-out, purtroppo, ma sappiamo già quando sarà il prossimo: nella notte tra il 21 e il 22 luglio con le percussioni dilatate di Enrico Malatesta.
Gli eventi per l’opening continuano poi sabato 19 maggio e domenica 20, tra fanfare, balli etnici, afrofunk, artisti di strada e concerti.

Vetrosonica_2

Sul versante musicale, confermati poi il Matinée vinilico per il risveglio ​domenicale, l’Orto Magnetico che da quest’anno si trasforma in piccola piattaforma residenziale (primo ospite, domenica 24 giugno, Luciano Maggiore), la Serra Elettrica con i live e i dj set scelti da Marco Unzip (The Call l’8 giugno e The Delay in the Universal Loop il 29 giugno), gli Ascolti verticali sulla consapevolezza dell’ascolto con live e workshop condotti da ricercatori e musicisti e lo spazio dedicato agli artisti emergenti. A questi si aggiunge il format Vetrosonica, a cura di Quarto Mondo (tutti i martedì, da giugno a settembre), con lunghe selezioni musicali dal tramonto in poi, rigorosamente in vinile e Ombre Lunghe, evento speciale a cura di Alivelab, il 24 maggio con il producer e fondatore del collettivo americano Ascetic House, Alexander Jason in arte UBK.

Al cinema, come di consueto, spettano il lunedì e il mercoledì. Il primo appuntamento, mercoledì 23 maggio, è da non perdere: dopo il veloce passaggio a Biografilm 2017 sarà possibile recuperare Fame, grandioso documentario sull’omonimo festival di street art che dal 2008 al 2012 ha letteralmente sconvolto il paesino di Grottaglie in provincia di Taranto ospitando alcuni dei migliori artisti internazionali. A presentarlo ci sarà l’eccentrico ideatore del festival e co-regista, nonché membro della band di culto La Quiete, Angelo Milano.
Accanto a Fame, che con altri film farà parte di una panoramica sulla cinematografia indipendente italiana, ci saranno poi i documentari di Dissolvenza Incrociata dedicati alla fotografia (il 30 maggio quello su Koudelka, in mostra qualche mese fa dal Museo Archeologico per la Biennale Foto/Industria), le pellicole sui temi del design e dell’architettura a cura dell’Ordine degli architetti di Bologna, fino alle nuove tendenze nel campo dell’animazione e dell’illustrazione con Tecnica Mista.

Proiezione

Tra gli eventi speciali, torna dal 25 al 27 maggio IT.A.CÀ, il festival del turismo responsabile con convegni (interessantissimo quello sull’impatto del turismo di massa di sabato 26 maggio alle h 10), workshop, presentazioni libri, proiezioni, spettacoli e, naturalmente, itinerari turistici; Resilienze, festival di divulgazione crossmediale a Bologna sui temi ambientali, dai cambiamenti climatici alle grandi trasformazioni planetarie (7-9 settembre); il design market Capsula; Immaginarti – Visioni Meticce, progetto in collaborazione con Cantieri Meticci che si propone di raccontare in modo inedito e divertente l’immaginario delle comunità di migranti partendo dal cinema (ci saranno, per fare qualche esempio, un thriller egiziano, un western thailandese e così via) per arrivare ai racconti delle singole persone mettendo in condivisione diversi approcci, punti di vista e retaggi culturali per dare vita a diverse opere meticce (come una rivista, dei reading teatrali e un audio documentario).

Vetro

E poi ovviamente VETRO, il servizio di bar e ristorazione che oltre al bistrot, la sera e nel weekend si espande verso l’esterno tra Botanical Bar e Serra Bar con un forte legame con l’orto collettivo che continuerà ad entrare nei drink e nelle proposte culinarie.

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO

Ad could not be loaded.

Leggi anche

Ad could not be loaded.