ven 30.08 2019

Giuda + Mad Rollers

Dove

Parco Schuster
Via Ostiense 182, 00146 Roma

Chi

  • Giuda

Quando

venerdì 30 agosto 2019
H 21:30

Quanto

free

Foto di Alan Piras

0:00
0:00
  • Space Walk

    Giuda

  • Wild Tiger Woman

    Giuda

  • Coming Back to You

    Giuda

Courtesy of Spotify™

Gli altri Settanta – o quasi. Se c’è una cosa che non è mai mancata ai Giuda è la visione, la consapevolezza di certo rock’n’roll nel suo insieme. I dettagli, le storie, i contesti, le connessioni (per non menzionare nulla di più puramente tecnico), la nerditudine di chi è sempre andato oltre lo stilema – che poi è anche il motivo per cui sono riusciti a far saltare mezza Europa e mezza America con generi musicali che qualcuno dava per ampiamente morti e sepolti.

I Settanta (e pure un po’ i Sessanta) dei Giuda finora sono stati soprattutto – almeno per noi ascoltatori – quelli del glam, del punk, del power pop e di tutti gli anfratti più o meno junk legati a questi suoni. Ma i due decenni sono anche quelli della Corsa allo Spazio e della disco ed E.V.A. ne è la reinterpretazione non letterale che solo il quartetto romano avrebbe potuto fare. Rock’n’roll che diventa “proto disco” in versione punk, con un groviglio di riferimenti, atmosfere, citazioni, riff e letture scaraventate su una sorta di vintage space rock spesso al limite della colonna sonora, dove anche il concetto di “alieno” si trasforma in forza propulsiva positiva.

Nel passaggio dalla Terra allo Spazio, nulla si perde sul disco, nè prevedibilmente sul palco, dell’energia furente dei Giuda, che forse addirittura acquistano in groove e in visionarietà in molti passaggi di E.V.A. (ascoltate Interplanetary Craft o Cosmic Love per credere). Testi e titoli plausibilmente ancora più nerd che in passato e artwork (sempre disegnato dall’amico Tony Crazeekid) del lussuoso vinile che valgono, pure loro, il rischio di avventurarsi là fuori per una passeggiata nello spazio.

Scritto da Chiara Colli