Riaprono i musei: le migliori mostre da visitare a Bologna e dintorni

La cultura “contingentata” senza eventi e senza folla.

Scritto da La Redazione il 3 marzo 2020

Il nuovo decreto con le misure per il contrasto alla diffusione del coronavirus prevede, come detto, la riapertura al pubblico dei musei, delle aree e dei parchi archeologici e dei complessi monumentali. L’unica condizione posta è che vengano assicurate modalità di fruizione contingentata o comunque tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico, e tali che i visitatori possano rispettare la distanza tra loro di almeno un metro. Come nella pratica questo succederà lo scopriremo, con il vantaggio magari di godere di più spazio e meno agitazione o lo svantaggio – ipotetico – di avere minor tempo a disposizione per consentire l’ingresso a tutti (o quasi). Sarà comunque un’occasione per sperimentare un genere di fruizione diverso, senza folle o gruppi turistici.

Dopo il grande successo della distribuzione gratuita della Card Cultura, si può quindi tornare a visitare mostre e collezioni permanenti.

Tra le nuove aperture di questa settimana, senza però eventi inaugurali (vietati dal decreto), segnaliamo:

Tra le mostre in corso da recuperare il prima possibile: